Paul Revere & The Raiders: 'Indian Reservation' (Cherokee People) — 2021

Questo è stato scritto da John D. Loudermilk, un cantautore che ha registrato come 'Johnny Dee' e ha scritto 'Tobacco Road' per The Nashville Teens e 'Ebony Eyes' per The Everly Brothers. La canzone fu registrata per la prima volta nel 1968 da un cantante britannico di nome Don Fardon, la cui versione raggiunse la # 20 negli Stati Uniti e la # 3 nel Regno Unito.

La canzone parla della difficile situazione degli indiani Cherokee. Che, nel 1791, furono spostati dalla loro casa in Georgia a una riserva in Oklahoma. Il frontman dei Raiders Mark Lindsay, i cui antenati erano in parte indiani, pensava che sarebbe stata una buona canzone da registrare. Siamo d'accordo che è stato davvero.



Il gruppo era precedentemente noto come Paul Revere and the Raiders. Questa canzone divenne non solo il loro più grande successo, ma il singolo più venduto per la Columbia Records. Non è ironico che una canzone come questa, traboccante di rabbia ribollente e una minaccia implicita di riprendere la terra per i nativi, sia stata scritta da un cantautore country bianco? È stato persino registrato da una band che prende il nome dai patrioti europei bianchi la cui colonizzazione degli Stati Uniti ha tolto la terra ai Cherokee in primo luogo. E venduto da Columbia Records, una società nata come 'Columbia Graphophone Company' nel Regno Unito.



(fonte songfacts.com)



Mark Lindsay

Pinterest

Testi di Paul Revere and the Raiders

Hanno preso l'intera nazione Cherokee

Mettici su questa prenotazione



Ha portato via i nostri modi di vivere

Il tomahawk e l'arco e il coltello

Ha portato via la nostra lingua madre

E ha insegnato il loro inglese ai nostri giovani

E tutte le perle che abbiamo fatto a mano

Al giorno d'oggi sono prodotti in Giappone

Popolo Cherokee, tribù Cherokee

Così orgoglioso di vivere, così orgoglioso di morire

Hanno preso l'intera nazione indiana

Ci ha bloccato su questa prenotazione

Anche se indosso camicia e cravatta

Sono ancora in parte Redman nel profondo

Popolo Cherokee, tribù Cherokee

Così orgoglioso di vivere, così orgoglioso di morire

Ma forse un giorno, quando impareranno

La nazione Cherokee tornerà, tornerà, tornerà

Tornerà, tornerà

RELAZIONATO : Ricordi questi balli iconici degli anni '60?

Fare clic per il prossimo articolo